venerdì 28 marzo 2014

Fortunata te che... (Il ritorno)

Perché - mi dico - si (s)parla spesso delle mamme che si vantano di figli che sono angioletti, dormono 12 ore per notte ecc. ecc., spesso mentendo per dare l'illusione di una vita perfetta, e si dimentica di parlare di quelle che, al contrario, vogliono passare per le derelitte e hanno come mantra il "fortunata te"?
Sarà che io ho una vera e propria intolleranza per chi si lamenta di continuo, ma trovo che questa categoria sia decisamente più irritante.
Chi ha buona memoria si ricorderà di questo mio post, nel quale inveivo ancora in preda agli sballi ormonali contro chi mi ripeteva a sproposito quanto fossi fortunata a "poter" allattare.
Evidentemente sarò nata sotto una buona stella, dato che le mie fortune continuano, anzi si accrescono a dismisura. Che culo che ho, oh.

"Ma il tuo dorme la notte?"
"Sì, di solito sì!"
"Beata te! Il mio si sveglia anche 10 volte!"
"Ah, cavoli..."
"Sì guarda... Bla bla bla bla bla bla..."
"Ma si sveglia per mangiare?"
"Beh, no... Magari vuole il ciuccio..."
"Ah, ok, ma quello anche il mio, però nel rimetterglielo..."
"Eh sì, ma INTERROMPE IL SONNO!"
"..."
"Poi beh, a volte semplicemente si lamenta nel sonno... Ma io mi sveglio e lo sento!!"
"..."

A casa mia, svegliarsi vuol dire svegliarsi. Cioè non dormire più, uscire dal letto. Basta intendersi sui termini. Il top è quando chi fa questi discorsi ha 4 nonni a disposizione che si tengono il pupo a dormire una volta a settimana. Eh beh, che sfortunati che siete! 
Ma vediamo una simpatica variante:

"Ma il tuo dorme al pomeriggio?"
"Sì, in media fa un pisolino di un paio d'ore"
"Ah, ma che fortuna!!! Il mio al massimo dorme un'ora..."
"...Ah, cavoli... No, lui fa il suo bel pisolino, infatti a volte ritardo gli appuntamenti perché non si sveglia..."
"Eh, no, c'è da dire che se dorme oltre le 4 io lo sveglio eh! Se no alla sera a che ora va a letto?! No no, lo faccio svegliare e via!"
"..."

Certo, se lo svegli dopo un'ora non dorme più di un'ora. Mi pare ovvio. Io comunque sono super fortunata (o forse è fortunato mio figlio, che dorme quanto caxxo gli pare?!). Mah.

Tralascio di andare oltre, ma cito giusto per completezza quelli che ti dicono che sei fortunata perché puoi portarlo ogni tanto al ristorante, ma poi scopri che per loro è orrore se non sta nel seggiolone e magari sta sotto il tavolo a gattoni, "perché che schifo, tocca tutto quello che c'è in terra". Quelli che ti invidiano perché tuo figlio mangia di tutto, ma guai a fargli assaggiare i dolci, le patatine, le cose salate... E certo, se non gli lasci mangiare niente sicuramente non impara nuovi sapori. Quelli che ti vedono piena di fortune perché puoi portarti sempre tuo figlio appresso, ma poi ti dicono: "Eh no, io va beh se vado a ... lo lascio ai nonni, non ho intenzione di alzarmi continuamente, voglio star seduta".

Forse non sono fortunata, eh. Forse mi sembra nella natura delle cose dover sgobbare. Il culo lo alzo spesso e volentieri (infatti non c'è l'ho quasi più).

No, non sono acida, è solo un'impressione.

6 commenti:

Mamma Avvocato ha detto...

Mi sa che il tuo bimbo e' davvero fortunato perché ha una mamma che lo lascia dormire (io rimango fedele alla regola aurea di mia nonna: un bimbo che dorme non si sveglia mai!!!infatti a volte faccio tardi al nido), assaggiare i piatti (d'accordo alla salute, ma un assaggio mica li uccide), giocare sotto il tavolo (le mani e i vestiti mi pare si possano lavare no?) ecc.
Però anche per me il fatto che si lamenti nel sonno equivale a risveglio mio e interrompe il sonno...fatico a riprenderlo!

Nina ha detto...

Io in giro vedo tante mamme che prima ancora di essere "sfortunate", sono pigre!! E tu sii fiera di te, del tuo culo che non c'è più, del tuo bimbo e della tua capacità di gestire tutto al meglio!!

Peggy Lyu ha detto...

Ecco, come dice Nina, pure io vedo un sacco di mamme pigre in giro. Tipo che l'altro giorno se non c'ero io una bambina si ingoiava quelle palline che trovi nelle piante (non ho idea di come si chiamino). Fondamentalmente alla gente piace lamentarsi. Da una parte piace fare la vittima, dall'altra piace vantarsi. Se si fanno entrabe le cose nello stesso discorso però lo trovo destabilizzante...

ImperfectWife ha detto...

Quello che mi infastidisce è la mancanza di obiettività: per carità, anch'io sono pigra in certe cose, ma non do della fortunata ad un'altra se ha voglia di fare qualcosa che a me non va! Bisogna essere onesti con se stessi!
Poi ognuno con i figli suoi si regola come vuole, ma è assurdo per esempio lamentarsi che il bimbo non dorme se lo si sveglia quando fa comodo!
Giusto @mammaavvocato, anch'io cerco di non svegliarlo mai, a costo di rinunciare a qualcosa che vorrei fare! Poi per carità, hai ragione, io non soffro d'insonnia quindi magari mi pesa meno se il pupo si sveglia la notte perché di solito mi riaddormento senza fatica! Ma sono sicura che tu non sei una lamentona! ;-)

sfollicolatamente ha detto...

Cara ImperfectWife, mi piace molto il tuo approccio easy, che poi cosi easy non e', ma semplicemente e' aperto, positivo e non la mette giu' dura nonostante i sacrifici...
Ho letto subito il tuo post sul lavoro...cavoli ne hai di pane per i tuoi denti in quella scuola li, altro che le mie poche ore a settimana, chapeau!
Grazie di essere passata!

ImperfectWife ha detto...

Grazie a te!! :-)
A volte nei miei giudizi forse sono un po' troppo dura e "bacchettona", sarà che ho sempre avuto un'educazione che prevedeva "prima il dovere e poi il piacere"... Però il lato positivo è proprio l'aver imparato a vivere i sacrifici con naturalezza, come parte normale e indispensabile della vita, e ad apprezzare i risultati ottenuti con la fatica... È quello che cerco di insegnare anche ai miei alunni, ma non ho ancora capito quanto recepiscano dei miei discorsi... :-D