lunedì 6 gennaio 2014

Cose che mi ha insegnato il 2013

Io arrivo sempre un attimo dopo eh, con il ritardo che mi contraddistingue.
Ad ogni modo, questo 2013 che se n'è andato non è stato niente male: se escludiamo la perdita della mia adorata nonnina, vedere crescere il mio cucciolo e l'inizio del nuovo lavoro mi hanno dato tantissimi motivi di gioia. Ma soprattutto, come ogni anno che si rispetti, questo 2013 mi ha dato tanti insegnamenti degni di essere ricordati:

-Quando pensi che sarà impossibile incastrare tutti gli impegni in pochissime ore e dormendo il minimo sindacale, scoprirai che in realtà ce la farai... Senza quasi accorgertene, tanto che quando sarà tutto finito ti chiederai:"Beh, tutto qui? ".
-Quando pensi che sarà una settimana tranquilla... Non sarà affatto così, ma spunteranno imprevisti a go-go.
-Se sul lavoro finisci qualcosa di importante/lungo/noioso e credi che il peggio sia passato... Ecco che arriverà qualche nuova fregatura! :-D
-Un bambino può mettersi in bocca sassi, alghe, conchiglie (anche contemporaneamente) e girarsi  ripetutamente il ditino sulla guancia per dire:"Mamma che buona 'sta robina qui, me la prepari anche tu per pranzo?".
-È possibile andare avanti un mese con un raffreddore che non passa e il catarro che ottenebra la mente e fa venire mal di testa e di denti, per poi decidere che sì, si potrebbe andare dal dottore e ottenere in premio 10 giorni di antibiotico (diventati automaticamente 6, chissà perché). È possibile, ma magari si potrebbe evitare.
-È possibile anche portare in braccio un bimbo + borsa del lavoro super piena + un cuscino + una fisarmonica giocattolo + un calzino senza cadere dalle scale.
-Se ti viene in mente di dire che tuo figlio dorme tutta notte e anche un paio d'ore al pomeriggio passerà 10 giorni a dormire la metà e a svegliarsi ripetutamente (ah, dite che questa cosa è risaputa? Va beh, io ho avuto bisogno della prova tangibile).
-Se pensate che costruire un recinto fatto di assi per proteggere l'albero di Natale dagli assalti del nano sia un'idea geniale... Siete degli illusi! Il pargolo si trasformerà nell'uomo dell'olio Cuore e in 15 giorni imparerà a scavalcarla in modo rapido e indolore, approfittandone per migliorare la sua forma fisica e diventando così uno scalatore folle: e allora scaliamo il mobile del soggiorno, saliamo in piedi sul tavolo della cucina quando nessuno se l'aspetta...
-Se credi che ormai festeggiare il Capodanno alla grande non faccia più per te, che i tuoi amici avranno tutti dei programmi molto più fashion dei tuoi, che il fatto di avere un bambino limiterà la tua possibilità di azione... Ti sbagli! Basta organizzare la festa a casa tua, invitare un po' di soci affezionati, chiedere un po' di collaborazione per la preparazione del cibo e mettere il pupo a nanna prima delle 10... E resterai a ridere fino alle 3.30 nella tua cucina, senza neanche renderti conto dell'ora (sì, pensavo che tutti ci avrebbero snobbato, invece eravamo in 11 + pupo e la cosa mi ha fatto un immenso piacere!).
-Se pensi che sia stata una giornata di m...a... Ti basta tornare a casa e vedere il sorriso dei tuoi uomini, per essere convinta che la vita è bella!!!


In sintesi... Direi un bel + per questo 2013! Certo, le corse sono state veramente tante e i momenti di riposo mai abbastanza, specie negli ultimi mesi... Perciò confido che il 2014 porti con sè una buona dose di tranquillità (anche mentale)... E lo auguro anche a tutti voi!

2 commenti:

Mamma Avvocato ha detto...

Sono felice di leggere che per qualcuno il 2013 e' stato positivo!!!!
Sono contenta con te e ti auguro di continuare così + riposo!

Nina ha detto...

Arrivo con un po' di ritardo al tuo post in ritardo, eppure arrivo... sono contenta di leggere queste parole piene di energia!!!