sabato 4 giugno 2011

Aggiornamenti

Non capisci quanto tieni ad una cosa finché non sei sul punto di perderla. Lo so che non sono la prima a dirlo, ma di sicuro da oggi ci credo ancora di più. Perché questi ultimi giorni sono stati tra i più intensi degli ultimi mesi, soprattutto dal punto di vista psicologico.
Ok ok, ora è giunto il momento che vi racconti per bene. Dunque, la scorsa settimana ho scoperto che un'agenzia di assicurazioni con sede nel paese confinante con il mio cercava una responsabile della selezione del personale laureata in discipline umanistiche. Ho risposto con entusiasmo all'annuncio. Quando mi hanno telefonato per fissare il primo colloquio mi sono sentita molto contenta. Poi, la notte precedente al grande evento, ho avuto una fase di scoramento pensando - con il pessimismo cosmico che ultimamente mi appartiene - che sarebbe stata la solita fregatura. Invece, il primo step è andato bene, mi proponevano il maledetto cocopro ma con uno stipendio dignitoso e il lavoro mi è parso interessante. Lunedì mi hanno richiamato per fissare il secondo colloquio. Ero molto più ottimista. Però poi l'entusiasmo mi è passato, perché mi hanno spiegato meglio cosa dovevo fare e qualcosa stonava: con la crisi che c'è, il mio compito era quello di convicere la gente ad accettare il posto di consulente?! Eh sì, perché i primi mesi i nuovi collaboratori hanno solo un rimborso spese, e poi sono costretti ad aprire partita IVA... Ora, io non ho nulla contro la partita IVA, a patto che venga usata nel modo giusto: cioè da un libero professionista, e non da uno che è costretto a fare il dipendente ma non ha nessuno dei diritti dei dipendenti. E niente, il colloquio è finito e io ero quell'attimo perplessa. Poi ho passato un giorno in piena crisi esistenziale, chiedendomi cosa avrei dovuto fare se mi avessero chiamata per il sì. Chiedendomi cosa avrei detto ai miei alunni che sono in fase esami e che avrei dovuto abbandonare su due piedi. Ho pianto tutte le mie lacrime eh. Ma chevveloddico a fare, tanto lo sapevate già ;-). E ho capito che dovevo sfogarmi con qualcuno (oltre al maritino, che si sorbisce sempre tutto), perché ho il brutto vizio di tenermi tutto dentro, soprattutto le cose "scomode". Ho scritto a vari amici fidati, ho parlato con i miei. Tutti a dirmi di accettare (tranne il maritino, che mi conosce per davvero). Oggi era il giorno della risposa; stanotte ho dormito da cani, e ho realizzato che avevo il TERRORE che mi prendessero. Ogni volta che il telefono ha squillato ho sobbalzato. Di fronte alla mamma B. che mi diceva come al solito "se non ci fossi tu" mi sono sentita sprofondare. Al papà della dolcissima M. che mi chiedeva: "Bisognerà lavorare anche quest'estate, eh?" ho risposto con un "sì" titubante.
Ma non mi hanno chiamata. Al ritorno dalle lezioni ho trovato una mail che mi diceva che la selezione era stata chiusa e - accidenti - non avevano preso me. ACCIDENTI. Allora perché sono così felice?!? Forse perché quello che faccio adesso mi piace, mi gratifica immensamente, e mi mantiene pure bene. E stai a vedere che a forza di cercare ho scoperto che il meglio ce l'ho già. Mi sa che io me la apro la partita IVA, e finalmente regolarizzo il mio strano lavoro (sarò la prima in Italia? :-o).

Per concludere, vorrei dire: ma se con il cocopro la maternità non me la pagate, perché al colloquio non vi esimete dal chiedermi: "Ah, ma sei sposata! E i figli?". La prossima volta rispondo: "Sono sterile". Giusto per vedere la faccia che fanno. Poi dicono che la parità dei sessi è stata raggiunta. Eh sì, infatti, si vede proprio.

5 commenti:

sulsecondobinario ha detto...

Per fortuna che a volte le cose si aggiustano da sole...non sei la prima che decide di regolarizzare un'attività del genere iniziata per sbaglio...la strada è in salita per colpa delle leggi di questo paese ma ce la farai...in bocca al lupo!

Kisal ha detto...

Oddio che bel post!!!
Ma sai che questa cosa di regolarizzare la tua attività è una bellissima idea? Perché sta venendo fuori da una consapevolezza che stai maturando man mano. Se te hai questo lavoro che ti mantiene sia con qualche soldino che riesci a mettere in tasca, sia perché ti mantiene serena e felice e così entusiasta curiosa e affettuosa con tutti, ma che vai a cercare un posto che magari ti inacidisce e toglie l'orgoglio di stare con bambini e ragazzini che ti danno la carica epr continuare a vedere il mondo anche con i loro occhi?
Su, sei una ragazzona forte e bambina allo stesso tempo. Hai anche il contesto giusto che ti regala buone riflessioni.
Per me sei sul binario giusto ;)
Tantissimi auguri e mi raccomando con quella partita Iva. Ce l'ho e l'ho gestita malino... poi sono cavoli amari, dopo. Quindi sii sempre informata e regolare e perfettina come sappiamo che sei e tutto proseguirà al meglio!!!!
In bocca al lupo! che bello leggerti così :))

Kisal ha detto...

Ah voglio aggiungere un ultimissima cosa: tuo marito che ti conosce ed è l'unico che non ti consiglia di accettare, non solo ti conosce. Ma anche ti ama davvero tanto.
Perché non bada al fatto che quel "lavoretto" di ripetizioni non è regolarizzato, riconosciuto a livello sociale o ben pagato, capisce in fondo che è quello che ti rende realizzata e felice e preferisce che tu sia sempre quella ragazza che diventi grazie alle cose che fai con serenità.
Se a renderti la ragazza luminosa che sei fossero altre attività, ti avrebbe voluta vedere dedicandoti a quelle, semplicemente perché ti ama e ti ama serena. Non imbronciata o mentre fai solo ciò che secondo lui è giusto.
Molti non sanno fare questo ragionamento ed è triste, logorante realizzarlo... eppure è così!

ImperfectWife ha detto...

Grazie a tutte e due ragazze!!
Kisal, hai ragione: lui è l'unico ad aver capito che avere quel posto avrebbe "spento" il mio entusiasmo... lui mi stima esattamente così come sono e apprezza quello che faccio anche se magari non è quotato socialmente!! :-)

Satoko ha detto...

Daiiiii, secondo me è bellissimo che tu sia una speranza per tanti studenti...la gente spesso non lo capisce, ma è una missione e non scherzo! In bocca al lupo per la tua scelta, son sicura che è quella giusta ;)