mercoledì 8 giugno 2011

Ho perso le parole

Io e la mia adorabile migliore amica usiamo spesso e volentieri la frase del titolo per commentare i comportamenti ridicoli-stupidi-immaturi di persone pessime. Nella fattispecie, ce n'è una che le batte tutte e, per sfiga, anche se non vorrei averci nulla a che fare, lei è la ragazza di mio cugino.
Ne avevo parlato di sfuggita qui qualche tempo fa, nella conclusione del post: ero un po' sconvolta perché avevo appena saputo che il giorno prima aveva avuto un incidente serio e - nonostante la mia (giustificatissima) insofferenza nei suoi confronti - non potevo che pregare per lei. Come si sa, il male non si augura a nessuno, nemmeno al nostro peggior nemico.
E' stata parecchio in ospedale, ma grazie a Dio ora è tornata a casa come nuova. Ecco, proprio proprio com'era prima. Forse troppo. Nel senso che nella sua zucca un po' di sale non è riuscito a entrarci nemmeno dopo questa brutta esperienza. Io c'avevo sperato, ma nulla: pare che la maturità la rifugga e il buon senso pure.
Evito di raccontarvi il mare di cattiverie che la suddetta mi ha indirizzato nel corso degli anni perché passerei la notte al computer: succintamente, vi dirò che la signorina è un'invidiosa cronica e non manca di una massiccia dose di egocentrismo. Grazie al cielo, non è riuscita a farmi troppo male: sono tanto buona e carina ma, quando ci vuole, so sfoderare gli artigli eh!!
Sta di fatto che da almeno un anno ci si ignora reciprocamente. Quando ho saputo che sarebbe uscita dall'ospedale, ho iniziato a chiedermi come mi sarei comportata incontrandola, perché ok che prima non ci si filava proprio, ma dopo un fatto del genere la domanda:"Come stai?" è un po' d'obbligo. Comunque, su consiglio di una saggia amica, ho deciso che avrei fatto quello che mi sarei sentita al momento. Ebbene, dopo averla vista in lontananza una sera in oratorio, l'incontro ravvicinato è stato in un locale che frequento abitualmente il venerdì sera. Il suo tavolo era accanto al mio, ma visto che il luogo non mi sembrava assolutamente adatto e che lei era in compagnia di un'ex amica che si è lasciata trascinare nel vortice della stupidità, ho preferito far finta di nulla. Anche perché io non amo fare le cose in pubblico, al contrario di lei. Io il pubblico lo rifuggo, lei invece lo cerca. Chevvidevodi', non siamo proprio compatibili. Ad ogni modo, l'idea di non averle chiesto come stava un po' mi spiaceva (sono una scema, lo so), perché sapevo che era la cosa giusta.
E nulla, le mie preghiere sono state ascoltate ;-) e ho avuto un'altra chance: lo scorso lunedì mattina ero in piscina aspettando la ragazza disabile che seguo nel nuoto una volta a settimana e mi sono ritrovata nello spogliatoio sola con lei. Appurato che eravamo al riparo da orecchie indiscrete le ho fatto la fatidica domanda. Lei ha detto che stava meglio ma è partita con una filippica contro la gente del paese che - secondo lei - va in giro a dire che è come se l'incidente non l'avesse avuto, mentre invece l'incidente c'è stato e bla bla bla... Cioé, ma vi pare? Le persone le fanno i complimenti perché la trovano tale e quale a prima e lei s'inviperisce?!? Va be', io l'ho sempre detto che è paranoica. Comunque non ha perso l'occasione di chiedermi cosa fossi lì a fare e c'è stato un'altro piccolo scambio di battute. Ero abbastanza contenta, tutto sommato. Sentivo di aver fatto la cosa giusta.
Se non fosse che, poche ore dopo, ho scoperto per vie traverse che questa "bella persona" aveva scritto sulla sua bacheca di FacciaLibro una frase di pessimo gusto che suona più o meno così: "Dovrei dire meglio tardi che mai? Ma non credo proprio... sei solo un'ipocrita, tanto so che non te ne frega niente". Ora, appare ovvio che la frecciata era tirata a me. Io, giuro, stavolta ci ho proprio riso sopra, perché sono abituata ai suoi mezzucci in stile asilo nido: non avendo le palle per dire le cose usa solo ed esclusivamente FB. La signorina - che è il centro del mondo - dev'essere inchinata ed evidentemente io, dopo tutto quello che lei sa bene di avermi fatto, dovevo precipitarmi a chiederle come stava molto tempo prima. Però quando gliel'ho chiesto sono stata un'ipocrita. E - soprattutto - sono IO la falsa, non lei che invece di dirmi: "Non ti rispondo perché tanto so che me lo chiedi solo per circostanza" si informa per benino sul motivo per cui mi trovo in quel posto in quel dato momento. MAMMA MIA!! Poi uno non deve dire che ha perso le parole.
Il disgusto è cresciuto in me col passare dei giorni ed ero proprio tentata di mandarle una mail spiattellandole in faccia tutta la sua mediocrità. Ma sapete che vi dico? Che ho capito che non ne vale assolutamente la pena. Mai sprecare fiato per chi non lo merita.
(Grazie mille alla mia mail-amica E. che mi ha dato i migliori consigli).
E voi che dite? E'la scelta giusta?

13 commenti:

distrattamente me ha detto...

Credo che quella di ignorarla sia la cosa migliore da fare.Perche ste persone alla fine ti tirano fuori il peggio,e si finisce per scendere al loro livello,e una volta arrivati lì comunque "vincono" sempre loro che non hanno problemi a sguazzare nella cattiveria.Se invece le ignori non gli dai proprio mezzi per trascinarti nel loro insulso mondo!Guarda sono proprio odiose le persone ipocrite e false.E poi riescono sempre a farti sentire in difetto o dubitare delle tue intenzioni!

ps:grazie mille per il premio!!e spero che tu stia un pò meglio per la questione lavorativa,alla fine secondo me è andata bene così,se non ti faceva neanche dormire il pensiero di lavorare lì vuol dire che non era una cosa da fare!!
Un abbraccio!!

Marianna ha detto...

ti dico una sola cosa IGNORALA è una deficiente!

sulsecondobinario ha detto...

Tu hai fatto ciò che ti sentivi...l'importante secondo me è sentirsi a posto con la propria coscienza!

Mandorlamara ha detto...

Io le avrei chiesto l'amicizia su Facebook e poi avrei cliccato con ironia su "mi piace".



Mandorla

Kisal ha detto...

Ah sto facebook -.-" che strazio!
E anche quelle come lei. Tu hai fatto bene a fare la cosa "giusta", mica ti ha offesa dicendoti ipocrita. Offende se stessa.
Si rivela bassa appunto perché non ti evita ma continua il discorso e poi va a parlare male alle spalle.
basta, non è aria. Indifferenza e la vita continua!
Capitano queste cose perché alla fin fine non si è compatibili, e basta....
Vivila tranquilla! Grande Imperfect!

ImperfectWife ha detto...

Ma grazie ragazze!! Ora so che ho fatto la cosa giusta!!

@Distrattamente: hai proprio ragione, certe persone ti tirano fuori il peggio!! Ma per fortuna non sono caduta nel suo giochetto...
Per il lavoro... sì, sembra proprio che non fosse destino!! :-)

@Marianna e Sulsecondobinario: già già! :-)

@Mandorlamara: non mi abbasserei mai a chiederle l'amicizia guarda... piuttosto morta!! :-D Comunque benvenuta!!!

@Kisal: sì, certe persone son proprio uno strazio... per fortuna ormai sono capace di scrollarmi di dosso molte cose!! Un bacione!

Amammuzza ha detto...

Non dare perle ai porci!!!

Kisal ha detto...

Amammuzza è geniale, nella sua semplicità U_U

ImperfectWife ha detto...

Già già, grande Amammuzza!! Frase azzeccatissima!!

PS: se riesco a pubblicare questo commento è solo grazie a Corie, che mi ha mandato una mail con alcune dritte per aggirare le follie di blogger!! :-)

kisal ha detto...

oddio... blogger è pazzo sti giorni!!!
fa inserire anche i commenti da profili esterni, mentre prima era vietato sul tuo blog!

Lagiulietta ha detto...

Che gente che c'è in giro..
ignorala proprio.

ImperfectWife ha detto...

@Kisal: pazzo è dire poco! Sì, ho modificato le opzioni e ora potete inserire i commenti da profili esterni... me l'ha suggerito Corie, perché così si riesce a commentare senza problemi!

@Lagiulietta: ora che tutte mi avete suggerito di lasciarla perdere ho smesso di meditare di mandarle una mail infuocata!! ;-)

ImperfectWife ha detto...

PS: ora per commentare sto usando Google Chrome!