lunedì 27 giugno 2011

Di crostate, autostima e altre storie

"Fuori mi chiedono come sono le crostate"
"Vai giù in fondo" (area della carne alla griglia, ndr)
Mio sguardo perplesso.
"Sì sì, sono là, sono di maiale"
Se lo dici tu. -.-'

Sul biglietto: 1 porzione costine.
Nient'altro.
Cliente: "Sì però a me le costine non è che piacciano molto, non è che avete le ali di pollo?"
Ehm... no. -.-''

Cioè, la gente è strana, ma di questo abbiamo già parlato nel post sotto. :-)
Mi son fatta due serate a servire alla festa dell'AVIS e il mio sguardo antropologico ha raggiunto livelli di goduria inimmaginabili.
Ho le gambe che mi fanno male a furia di stare in piedi, le palpebre che si chiudono. E la testa pesante, perché mica guardo solo gli altri. Analizzo anche me stessa, dal di fuori. Be', credo che nel mio percorso verso una piena autostima ci sia ancora un po' da lavorare eh.
Ho sorriso tanto, parlato tanto, sgobbato tanto. Ma ho avuto anche tempo di sentirmi inadeguata. Sbagliata. Piccolezze. Tipo che a 26 anni compiuti ancora non so stappare una bottiglia di vino. E nemmeno riesco ad imparare. Lo sguardo dei clienti che ti fissano impazienti... e io che mi sento morire.
"Lei nasconde un po' di timidezza dietro ad un gran sorriso". Così mi ha detto il pezzo grosso al colloquio del mese scorso. Dopo un secondo dal mio ingresso nel suo ufficio.
Ho imparato a sorridere per nascondere l'imbarazzo, il senso di inadeguatezza. Sorrido quando mi sento impacciata, quando non so cosa dire.
Poi torno a casa. E piango.


PS: per dovere di cronaca, vi comunico che penso anche al relax ogni tanto... perciò oggi pomeriggio ho inaugurato la stagione lacustre spaparanzandomi al sole e facendo due rigeneranti bagni nel lago (a soli 2 km da casa mia, ndr). :-)

5 commenti:

sulsecondobinario ha detto...

Il sorriso è un'arma potente...sorridi sorride sempre!!!

Fiordicactus ha detto...

Per il vino, allenati a casa, così, senza pubblico sei più rilassata! Comunque, non prendertela, non fanno la scuola anche i grandi sommelier e i maitre d'hotel per queste cose??? Sai, nessuno nasce "imparato"!!!:-)

Il sorriso aiuta e anche tutto questo volantariato, scusa, perchè ti butti giù??? Non hai già dato prova di essere in gamba??? Io, non sarei capace di stare lì tutto il giorno e avere a che fare con i tipi strani (tipo quello delle ali di pollo) senza dare in testa a nessuno una pentola . . . questo non è molto positivo??? Non va sul CV??? Dai, sei in gamba e ce la puoi fare! :-)

Al bordo di quale lago ti spaparanzi??? :-)

Ho bellissimi ricordi di estati al lago d'Endine . . . pesca al pesce sole, ninfee e giri in barca (ai remi sempre un adulto . . . gli anni spensierati della mia infanzia!:-)
E quando ci si stancava del lago, due passi in montagna, appena lì dietro! :-)

Adesso, ho tutto il mare che voglio, ma mi manca il tempo . . . poi, diciamolo, c'è differenza tra lago e mare, io voto per il primo! Almeno i giorni feriali! :-)

Ciao, R

Satoko ha detto...

Ma perchè noi donne (intelligenti ^^) siamo così? perchè abbiamo bisogno di continue conferme? tu sei taaaanto capace! ;) quando hai bisogno di sentirtelo dire, chiamami! ^^
Bello il lago, anche io voglio fare il bagnoooooo! X_x

kisal ha detto...

Bellissime queste occasioni sociali che ci portano a stare a contatto con le persone.
E' normale nascondere tutto con il sorriso, il sorriso oltre a mascherare imbarazzo e umiltà è anche un mezzo col quale creare un clima sereno, col quale entrare in empatia con le persone, con i clienti... anche quelli più strambi :D
Le analisi antropologiche sono una grandissima figata oh :D della serie: ho visto cose che voi umani... ihihih
Soprattutto nella gastronomia, quando c'è da magnà, si ride sempre... la gente commette miliardi di gaffes :-P
Coraggio Imperfect, quest'oggi sono felice e serena anche io, è proprio una bella giornata e la auguro anche a tutte voi altre, sorelle di blog *_*

ImperfectWife ha detto...

@Sulsecondobinario: :-))) Un sorriso per te!

@Fiordicactus: grazie!!! Eh sì, il lago è una figata pazzesca! Sorry, ma preferisco non svelare la mia provenienza perché tengo al mio anonimato... ;-) Però conosco il lago d'Endine!!

@Satoko: ti prendo in parola!! Grazie!!

@Kisal: Condivido tutto! W l'antropologia!!! :-)